Le età della vita che ognuno di noi attraversa sono diverse: in genere quando si compiono 40 si viene ritenuti persone che entrano nell’età matura. Compiere quaranta anni, quindi, viene ritenuto un traguardo importante, che segna l’ingresso negli “anta” e che piano piano fa prendere coscienza del tempo che passa e che ormai si è diventati inequivocabilmente adulti, anche se si ha ancora tutta la vita da vivere davanti a sé.
Si tratta di un momento di passaggio importante, quindi se state per compiere i fatidici 40 anni di età organizzate una bella festa con tutti i vostri parenti e amici e regalatevi una giornata spensierata e allegra. Per entrare nello spirito giusto, ecco tante frasi e battute divertenti sui 40 anni, scritte da comici, attori, scrittori, poeti e personaggi di ogni epoca: quale rispecchia di più il vostro stato d’animo davanti a questo traguardo?

loading...

Si, apprezziamo le quarantenni per un sacco di ragioni. Sfortunatamente, la cosa non è reciproca. Per ogni fantastica, intelligente, sexy e ben pettinata quarantenne (e oltre) c’è un ometto calvo e con la pancetta che si rende ridicolo con una cameriera di 22 anni.
(Anonimo)

Se penso che Oscar Wilde e Jules Renard morirono a quarantasei anni, mi vergogno d’esser ancora vivo.
(Roberto Gervaso)

Eh, sì. La vita comincia a quarant’anni. È proprio vero.
(Dal film Divorzio all’italiana)

La vita comincia a quarant’anni.
(George Marshall)

Non essere anarchico a sedici anni, è mancanza di cuore. Esserlo ancora a quarant’anni, è mancanza di giudizio.
(George Bernard Shaw)

Quaranta anni non vuol dire vecchio. Se sei un albero.
(Anonimo)

Quarant’anni è un’età terribile. Perché è l’età in cui diventiamo quello che siamo.
(Charles Péguy, Victor-Marie)

La felicità nel corso della vita segue un percorso a U, scende dopo i 20, arriva al punto minimo ai 40, e poi risale nei decenni seguenti, per riassestarsi su toni positivi.
(Università di Melbourne)

A vent’anni – con l’ingenuità tipica di quell’età – pensavo che il mondo fosse un posto infelice. Oggi, che ne ho più di quaranta, so che è qualcosa di peggio.
(Giovanni Soriano)

Quando si hanno vent’anni, si pensa di aver risolto l’enigma del mondo; a trent’anni, si comincia a rifletterci sopra, e a quaranta, si scopre che esso è insolubile.
(August Strindberg)

Con tutto il rispetto, se lei ha quarantatre anni, allora io sono un feto.
(David Levithan)

Era un’idea così perfetta, così sublime, così incredibile e così eccitante per un delitto che quasi mi pareva di impazzire. Mi era venuta alla mente, chissà perché, il giorno del mio quarantottesimo compleanno. Perché non l’avessi pensata quando avevo trenta o quarant’anni, non saprei dire. Forse quelli erano gli anni migliori e io li vivevo senza avere coscienza del trascorrere del tempo, dell’addensarsi dell’argento sulle tempie, delle rughe che mi si formavano intorno agli occhi…
(Ray Bradbury)

Quarant’anni è un’età in cui si comincia seriamente a dubitare della propria immortalità.
(Giovanni Soriano)

A diciotto anni le convinzioni sono le colline da cui ci affacciamo alla vita. A quaranta sono le caverne in cui ci nascondiamo.
(Francis Scott Fitzgerald)

A trent’anni l’uomo si sospetta uno sciocco. Lo sa a quarant’anni, e riforma il suo programma; a cinquanta rimprovera i suoi tristi indugi, e si sforza di risolvere i suoi propositi di prudenza con tutta la magnanimità del pensiero. Risolve, e risolve ancora, e poi muore lo stesso.
(Edward Young)

La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.
(Proverbio italiano)

Per un uomo sulla quarantina le seduzioni del potere diventano irresistibili. Non può illudersi su questo, altrimenti diviene subito la loro vittima.
(Elias Canetti)

Era tutta rifatta. Quando mi ha detto che si stava avvicinando ai quaranta anni, non ho potuto fare a meno di chiedermi da quale direzione.
(Fragmentarius)

Uno degli errori imperdonabili che un uomo possa compiere è trascorrere i suoi primi 40 anni facendo di tutto per rovinarsi i prossimi 40.
(ilcontenudo, Twitter)

A venti anni sei illuso, a trenta disincantato e a quaranta sei consapevole. Sai che non arrivano gli angeli a indicarti la strada da seguire: i problemi devi risolverli da solo.
(Vasco Rossi)

Provo sollievo nell’arrivare a quarant’anni, sono sincero. Perché non devi più sembrare giovane, fresco brillante e sexy. Ora c’è un sacco di gente nuova che preme ai blocchi di partenza. Se alle spalle hai vent’anni di film, o di un altro lavoro, ti rilassi, anche con la tua famiglia. Sono molto meglio, sono più… stagionato, ecco. Mi piace.
(Jude Law)

Gli uomini sui quaranta sono come le parole crociate del New York Times: difficili, complicati e non sei sicura di avere la risposta giusta.
(Carrie Bradshaw in Sex and the City)

Fino a quarant’anni l’uomo è folle; quando poi inizia a riconoscere la sua follia, la vita è già passata.
(Martin Lutero)

Certo è bello avere 20 anni. Ma anche averne 40 ha i suoi vantaggi. Il sabato, per esempio, non ti devi più divertire per forza.
(Nicolabrunialti, Twitter)

5 anni, senti un rumore: pensi ai fantasmi.
16 anni: pensi che mamma entri in camera tua.
30, pensi a un ladro.
40 anni, pensi a un menisco.
(Tremenoventi, Twitter)

L’uomo che è detestato a quarant’anni, lo resterà tutta la vita.
(Confucio)

A 27 anni le donne dicono: “Questi due o tre anni di giovinezza che mi restano…”; a 35: “Questi cinque anni di giovinezza che mi restano…”; a 40: “Questi dieci anni di giovinezza che mi restano…”.
(Pitigrilli)

Quarantaquattro anni è l’età in cui si comincia a non poter più sperare di vivere il doppio.
(Jules Renard)

A sedici anni ero stupido, confuso e indeciso. A venticinque anni ero saggio, sicuro di me, simpatico e assertivo. A quarantacinque anni sono stupido, confuso, insicuro e indeciso. Chi avrebbe mai supposto che la maturità è solo una breve pausa durante l’adolescenza?
(Jules Feiffer)

A 20 anni: non hai problemi – ti sembra di averne.
A 30 anni: hai problemi – pensi si risolvano.
A 40 anni: hai 1000 problemi – fingi di non averne.
(Biancanevermind, Twitter)

Se la vita comincia a quarant’anni perché diavolo ci mandano con tanto anticipo?
(Quino)

La donna di quarant’anni cerca furiosamente e disperatamente nell’amore il riconoscimento del fatto che non è ancora vecchia. Un amante le sembra una protesta contro il suo atto di nascita.
(Edmond e Jules de Goncourt)

Fra i trent’anni e i quaranta sentiamo il bisogno di amici. Dopo i quaranta sappiamo che non ci salveranno più di quanto ci abbia salvati l’amore.
(Francis Scott Fitzgerald)

Se a quarantanni vedi ancora il mondo come lo vedevi a venti, significa che la tua vista non è granché peggiorata.

Quando una donna ha vent’anni, un figlio la deforma; quando ne ha trenta, la conserva; quando ne ha quaranta la ringiovanisce.
(Léon Blum)

Se un uomo a 40 anni va in discoteca con gli amici a cuccare le ragazzine è una simpatica canaglia. Se lo fa una donna o è una mignotta o una sfigata. La vita da single per una donna è un campo minato.
(Giovanna Mezzogiorno)

Non fare pasticci coi capelli, se no quando avrai quarant’anni sembreranno di un ottantacinquenne.
(Mary Schmich)

Se la vita inizia a 40 anni, cos’è che finisce a 39?
(Jim Fiebig)

Voi gridavate cose orrende e violentissime, e voi siete imbruttiti. Io gridavo cose giuste, e ora sono uno splendido quarantenne.
(Nanni Moretti nel film Caro Diario)

Avete presente il luogo comune trito e ritrito dell’uomo che ha superato i 40 anni, e comincia a sentire lontano lontano l’odorino della morte? E allora si mette lì a fare un bilancio della sua vita di quello che ha, quello che non ha, di quello che ha fatto, di quello che non ha fatto, e di quello che gli resta da fare? Ecco, quel luogo comune lì… solo un po’ più basso… è Giacomo. Ecco, adesso sta facendo una scommessa con se stesso. Ed è davvero convinto che se farà canestro, la sua vita cambierà. Vabbè… sarà per un’altra volta!
(Dal film Tu la conosci Claudia?)

Le quarantenni, una volta superate le prime due o tre rughe, sono molto più sexy delle giovani.
(Anonimo)

Beveva per mandar via la tristezza dei quarant’anni.
(Federigo Tozzi)

Saper rinnovare il proprio carattere ricorrendo alla natura e all’arte Si dice che di sette in sette anni l’indole muta; se così è, bisogna avvalersene per migliorare il gusto e dargli rilievo. Nei primi sette anni si ha l’avvento della ragione; e successivamente, a ogni lustro, vi si aggiunga una nuova perfezione. Si tenga conto di questa naturale variazione per aiutarla, e ci si attenda anche dagli altri un analogo miglioramento. Da questo deriva il fatto che molti mutano comportamento, o per merito dello stato che acquistano o per merito della carica; ma a volte il mutamento non s’avverte, finché il cambiamento non si è del tutto compiuto. Si potrà essere pavone a vent’anni, leone a trenta, cammello a quaranta, astuto serpe a cinquanta, cane ringhio ai settanta, e nulla, infine, agli ottanta.
(Baltasar Gracián y Morales)

Fino a quaranta si balla e si canta; dai quaranta il là mi dole qui, mi dole là.
(Proverbio italiano)

A 5 anni Nutella alle quattro
A 20 anni spaghetti a mezzanotte
A 30 anni Mojito alle tre del mattino
A 40 anni Maalox otto volte al giorno
(Ftzj, Twitter)

Fino a trent’anni, se ne hanno sempre venti. Dopo i trent’anni, se ne hanno quaranta.
(Charles Régismanset)

Un’attrice più matura è, più cose vive, più è brava. Non vedo l’ora che mi escano un po’ di rughe, perché la faccia che hai a quarant’anni, cinematograficamente, è infinitamente più forte.
(Vittoria Puccini)

Bambini, mi sono comportato come un bambino di dieci anni negli ultimi trenta! Vi giuro che crescerò e mi comporterò come un ventenne… cioè, come farebbe un quarantenne divorziato!
(Dalla serie tv I Simpson)

La vita comincia a quarant’anni. Questo è il risultato rivoluzionario della nostra Nuova Era. Oggi è una mezza verità. Domani sarà un assioma.
(Walter Pitkin)

Si dice che di sette in sette anni l’indole muta; se così è, bisogna avvalersene per migliorare il gusto e dargli rilievo. Si potrà essere pavone a vent’anni, leone a trenta, cammello a quaranta, astuto serpe a cinquanta, cane ringhioso ai settanta, e nulla, infine, agli ottanta.
(Baltasar Gracián)

Non si è giovani dopo i quarant’anni, ma si può essere irresistibili a tutte le età.
(Coco Chanel)

Non è per nulla facile far entrare una donna nel suo quarantesimo anno di vita. Ed è ancora più difficile farcela uscire.
(Andrè Roussin)

– Ho letto che quarant’anni è una gran bella età.
– Eh, sì… L’ho letto anch’io… So’ tutte fregnacce!
(Dal film Sapore di mare)

I quarant’anni sono quell’età in cui ci si sente finalmente giovani. Ma è troppo tardi.
(Pablo Picasso)

Nei miei quarantotto anni ci sono due ragazzi di ventiquattro. Qualcuno insinua che ce ne siano addirittura quattro di dodici.
(Gianni Monduzzi)

Un proiettile sparato da un quattordicenne è efficace quanto quello di uno di 40 anni. Molto spesso più efficace.
(Dal film Lord of War)

A 45 anni lei è ancora bella come il giorno … Il problema è la notte.
(Patrick Sébastien)

Si può essere splendidi a trent’anni, affascinanti a quarant’anni, e irresistibili per il resto della tua vita.
(Coco Chanel)

Qual è il pensiero più intollerabile: quello dei venti anni che non si hanno più o quello dei venti anni che si avranno in più?
(Armand Salacrou)

Dai quaranta ai cinquant’anni, un uomo, sotto sotto, è o uno stoico o un satiro.
(Arthur Wing Pinero)

Ci ho messo quarant’anni per essere un ventenne felice.
(Nicolabrunialti, Twitter)

I 40 anni sono quell’età in cui ci si sente finalmente giovani. Ma è troppo tardi.
(Pablo Picasso)

A 15 anni ero determinato nello studio. A 30 anni ero indipendente. A 40 anni non avevo più esitazioni. A 50 anni ho compreso la volontà del cielo. A 60 anni le mie orecchie erano pronte ad ascoltare. A 70 anni potevo seguire i desideri del cuore senza deviare.
(Confucio)

A vent’anni, ognuno ha la faccia che gli ha dato Dio, a quaranta la faccia che gli ha dato la vita, e a sessanta la faccia che si merita.
(Anonimo)

Dopo i 40 anni in Discoteca
sei Figo solo se la Discoteca è tua.
(Ziacoca, Twitter)

Siate saggi molto presto; uno sciocco a quarant’anni è veramente uno sciocco.
(Edward Young)

A ventuno o ventidue anni, molte cose che appaiono solide, permanenti, insostenibili, a quaranta, sembra niente, ma scompaiono nel fango.
(Joseph Cotten)

Non sento i miei 40 anni semplicemente perché non mi rivolgono la parola.
(Emilia974, Twitter)

La mia idea di una moglie di quarant’anni, è che un uomo dovrebbe poterla cambiare, come una banconota, con due di venti.
(Douglas Jerrold)

Che da giovani la prospettiva dell’handicap sconcerti è un tributo alla crescita. L’eternità dura fino ai quarant’anni e le ambizioni si lasciano sobriamente ridurre a una parola: tutto. Procedendo negli anni, c’è chi regredisce a inseguire una gioventù retrospettiva, i più euforici ci provano, i più stupidi ci riescono. Ma l’handicap diventa nel frattempo un congiunto, una esperienza familiare, si incarna in modo visibile negli altri, prima di insediarsi in noi stessi.
(Giuseppe Pontiggia)

Ciò che la maggior parte delle persone considerano come una virtù, dopo l’età dei 40 anni è semplicemente una perdita di energia.
(Voltaire)

Di trenta l’uomo è bello, di quaranta fa il cervello, di cinquanta fa la roba, di sessanta fa la gobba.
(Proverbio italiano)

Intorno ai quarant’anni, mi accorsi di trovarmi in un momento molto oscuro della mia vita. Qualunque cosa facessi, nella “Selva” della realtà del 1963, anno in cui ero giunto, assurdamente impreparato a quell’esclusione dalla vita degli altri che è la ripetizione della propria, c’era un senso di oscurità. Non direi di nausea, o di angoscia: anzi, in quell’oscurità, per dire il vero, c’era qualcosa di terribilmente luminoso: la luce della vecchia verità, se vogliamo, quella davanti a cui non c’è più niente da dire.
(Pier Paolo Pasolini)

Quello che a vent’anni mi faceva palpitare, a quarantasette mi fa sbadigliare
(Roberto Gervaso)

Per me la donna comincia a quarant’anni, e non finisce più.
(Roberto Gervaso)

Le tre età della devozione femminile, − il desiderio, la vanità, la paura: quindici, trenta, quaranta anni.
(Edmond e Jules de Goncourt)

Quarantasette anni: pochi, per chi non ha ambizioni; troppi, per chi ne ha.
(Roberto Gervaso)

A 20 anni, ci preoccupiamo di ciò che gli altri pensano di noi. A 40 anni, non c’importa cosa pensano. A 60, scopriamo che gli altri non hanno mai pensato a noi.
(Ann Landers)

L’uomo che è pessimista, prima di avere 48 anni, sa troppo; dopo, se è un ottimista, sa troppo poco.
(Mark Twain)

A vent’anni è la volontà che domina; a trenta l’ingegno; a quaranta il giudizio.
(Romano Bertola)

La seconda età ci toglie l’entusiasmo della prima e non ci dà la rassegnazione della terza.
(Roberto Gervaso)

Fino a sei anni l’uomo è prigioniero di genitori, di bambinaie o d’istitutrici; dai sei ai ventiquattro è sottoposto a genitori e professori; dai ventiquattro è schiavo dell’ufficio, del caposezione, del pubblico e della moglie; tra i quaranta e i cinquanta vien meccanizzato e ossificato dalle abitudini (terribili più d’ogni padrone) e servo, schiavo, prigioniero, forzato e burattino rimane fino alla morte.
(Giovanni Papini)

Chi dopo i quarant’anni parla dei suoi amori, è un imbecille rifiorito.
(Ugo Ojetti)

A venti anni di età, regna la volontà; a trent’anni, l’arguzia; ed a quaranta, il giudizio.
(Benjamin Franklin)

Ho trent’anni portati molto bene, quello che mi rovina sono un’altra quindicina portati di merda.
(Furio Ombri)

Sto per compiere 40 anni. Ma mi sento esattamente lo stesso stupido di una volta. Vorrei poter dire che sono diventato più maturo e responsabile, ma non so spiegarmi né come né perché ogni forma di saggezza sembri invece evitarmi come la peste.
(Christian Bale)

Io non ho mai la stessa età per più di mezz’ora. Non per calcolo filosofico, ma per spensieratezza naturale.
(Barbara Alberti)

A 15 anni si vuole piacere; a 20 anni, si deve piacere; a 40 anni, si può piacere; ma non è che a 30 anni che si sa piacere.
(Jean-Gabriel Domergue)

Un uomo può avere due volte vent’anni, senz’averne quaranta.
(Vitaliano Brancati)

Chi non è bello a vent’anni, né forte a trenta, né ricco a quaranta, né saggio a cinquanta, non sarà mai bello, forte, ricco o saggio.
(George Herbert)

Quarant’anni è un’età terribile. Perché è l’età in cui diventiamo quello che siamo.
(Charles Péguy)

Il solo modo di vivere serenamente, oltre che decentemente, la propria età è di accettarla, non di rimuoverla mascherandola sotto le meraviglie della medicina tecnologica. Con questo mito della giovinezza a oltranza ci siamo tolti anche uno dei pochi piaceri riservati alla vecchiaia: la libertà di lasciarsi andare alla propria età.
(Massimo Fini)

Vivere oltre i quarant’anni è di cattivo gusto.
(Fëdor Dostoevskij)

Le persone oltre i quaranta è raro che possano essere costantemente convinte di qualcosa. A diciotto anni le nostre convinzioni sono le colline da cui vigiliamo; a quarantacinque sono le grotte in cui ci nascondiamo.
(Francis Scott Fitzgerald)

Gli uomini, per quanto tu oda dire: il tale ha quaranta, cinquanta, sessant’anni, o più; non è però vero che mai sieno invecchiati, ma gli hai a giudicare sempre fanciulli.
(Gasparo Gozzi)

Io mi sento un quarantenne. Poi mi guardo allo specchio e mi dico “Chi è quel vecchio? E che ci fa nel mio bagno?”
(Dal film Modern Family)

Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita. Le persone più interessanti che conosco, a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita. I quarantenni più interessanti che conosco, ancora non lo sanno.
(Mary Schmich)

Io non ho 40 anni, ne ho diciotto con 22 anni di esperienza.
(Anonimo)

Oggi, con la maggiore durata della vita, le donne fino a quarantacinque anni sono ancora teenager.
(Luciano De Crescenzo)

Se di venti non è galante, di trenta non è costante, di quaranta non è prudente, di cinquanta non crede a niente, di sessanta non è baffuto, non si sa perché è vissuto.
(Proverbio italiano)